Ufficio:
Via Stazione 10 - Caldaro

Sala riunioni:
Via Stazione 15 - Caldaro

Orario d'apertura
ore 09:00 - 12:00
ore 14:00 - 18.00
su appuntamento

Tel. 0471 96 53 86

Cell. 349 53 92 881

info@verwaltung-leitner.com
verwaltung-leitner@pec.rolmail.net

Nuova riforma del condominio

La riforma del condominio è stata approvata in novembre 2012 dal senato ed entra in vigore dopo 6 mesi dopo la pubblicazione nella gazzetta ufficiale (Giunio 2013). Questa riforma porta alcune novità e per questo Vi informiamo in questo sito con le più importanti novità. Per ulteriori informazioni l’amministrazione Leitner è disponibile.

 

  • L’amministratore in futuro deve avere almeno il diploma di maturità, una polizza RC professionale e aver frequentato un apposito corso di formazione iniziale e quelli periodici.  L’amministratore non po’ più prendere deleghe per l’assemblea. L’amministrazione Leitner ha già da sempre frequentato corsi di aggiornamento e siamo anche socio ufficiale del Anaci( associazione nazionale dei amministratori) e siamo controllati da TÜV Italia Sud. L’amministrazione Leitner offre gratuitamente nel compenso annuo la polizza RC dell’amministratore.
  • Entro 180 giorni dopo la chiusura dell’anno commerciale del condominio, l’amministratore deve convocare l’assemblea ordinaria.
  • Da adesso ogni condominio deve avere un conto corrente bancario separato. L’amministrazione Leitner già da sempre ha fatto conti separati per più trasparenza e conformità.
  • Ogni condomino può in ogni momento controllare i documenti del suo condominio.
  • Si deve montare davanti ad ogni entrata del condominio un cartello con i dati dell’amministratore.
  • Per ogni condominio si deve amministrare quattro registri:

o   Registro delle assemblee (verbali)

o   Registro degli amministratori

o   Registro della contabilità

o   Registro dei dati dei proprietari

  • L’amministratore deve per ogni proprietario compilare una cartella con dei dati personali (codice fiscale, dati catastali, sicurezza dell’appartamento, Inquilini, ect.). I proprietari sono obbligati, di mandare entro 60 giorni dopo la ricevuta della comunicazione dell’amministratore i dati richiesti, se no viene rispettato l’amministratore deve cercare i dati e può addebitare le spese al condomino. Per questo tutti i condomini ricevono nelle prossime settimane una comunicazione dell’amministrazione Leitner.
  • Da adesso tutti i documenti del condominio, devono essere conservati per 10 anni.
  • In un condominio con più di 20 condomini, una persona non può rappresentare (deleghe in assemblea) più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale (250/1000).
  • Solo deleghe scritte sono valide.
  •  Se i solleciti durante l’anno commerciale a un condomino moroso non danno nessun effetto, l’amministratore deve dopo la conferma dell’assemblea agire contro i morosi entro sei mesi dopo la chiusura dell’anno commerciale del condominio, con un decreto ingiuntivo dal tribunale fatto da avvocato. Tutte le spese (amministratore, avvocato, tribunale) sono a carico del condominio moroso. In caso di un inquilino moroso il responsabile per l’amministrazione è il proprietario e questo deve guardare in conto proprio di ricevere le rate aperte. L’amministrazione Leitner ha fatto già da sempre questi passi, per difendere gli altri condomini.
  • Ogni condomino può staccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato, ma solo se un tecnico specializzato conferma con perizia scritta che non emergono notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. Per questo motivo si consiglia di parlare sempre prima dell’intervento con l’amministrazione e assemblea, per non creare problemi. Il condomino staccato non deve più contribuire alle spese fisse, però deve continuare a pagare le spese di manutenzione e riparazione della caldaia centralizzata esistente e anche a un’eventuale sostituzione della caldaia, perché è sempre comproprietario di un bene comune.
  • Prima che l'amministratore da l'incarico a un lavoro straordinario deliberato dall'assemblea, tutti condomini devono versare le spese secondo il preventivo al conto corrente del condominio.
  • Da adesso sono previsti sanzioni per chi viola il regolamento condominiale. L’assemblea può decidere sanzioni da 200,00 Euro – 800,00 Euro in caso di recidiva. Queste multe verranno messe nel fondo di riserva, così tutti condomini vengono bonificati. Per deliberare queste sanzioni, devono votare in seconda convocazione almeno la metà dei presenti che rappresentino almeno 501 millesimi del condominio e nel regolamento di condominio devono essere indicate queste sanzioni.
  • Animali domestici (ma non animali esotici) non si potrà più vietare di tenere nelle parti private.
  • Nuovi quorum per alcune delibere:

o    Modificazione della destinazione d’uso delle parti comuni come per esempio costruire box garage nel giardino, passano con una delibera di almeno 4/5 dei proprietari e millesimi (80%).

o    Delibere particolari come per esempio dimissione amministratore, modifica o creare regolamento condominiale, montaggio nuova caldaia o l’antenna centralizzata o lavori di adeguamento di sicurezza o eliminazione di barriere architettoniche e altri lavori straordinari passano con una delibera in seconda convocazione di almeno la metà dei presenti che rappresentano almeno 501 millesimi del condominio.

o    Delibere ordinarie come per esempio confermare consuntivo e preventivo spese, manutenzioni o riparazioni passano con una delibera in seconda convocazione di almeno la metà dei presenti che rappresentano almeno 1/3 dei millesimi.

o    Lavori costosi che migliorano il buon funzionamento delle parti comuni passano con una delibera di almeno la metà dei presenti che rappresentano almeno 2/3 dei millesimi.

Le informazioni sopra indicati sono i più importanti, naturalmente sono state cambiate ulteriori piccole modificazioni, però su questo sito no visibile.